martedì 4 ottobre 2011

Romics 2011 e altre letture affollate!


Un saluto compulsivo a tutti e una sentita richiesta di perdono per aver trascurato questo spazio tanto a lungo! E' una Bookaholic un po' giù per vicissitudini personali che vi parla, o forse più precisamente per determinate contingenze storico-politico-sociali. Tuffiamoci dunque nella lettura, nostro rifugio dalla vita di tutti i giorni!

Sono reduce dal Romics 2011, il mio quarto Romics! Mi sono mantenuta: oltre a Sailor Moon 11 di Naoko Takeuchi (GP Publishing) e Angel Sanctuary 15 di Kaori Yuki (Panini Comics, collana Planet Manga), sono stati soltanto due gli acquisti compulsivi e fuori programma della fiera: A panda piace e E' tutto sotto controllo.

A panda piace, di Giacomo Bevilacqua, è un libro illustrato di Edizioni BD che ha per protagonista un panda che ci racconta in modo ironico e irriverente tutto quello che gli piace fare. Non ho resistito: ho portato a casa il libro e un'illustrazione con dedica di Bevilacqua, che era allo stand Edizioni BD e J-Pop ed è stato molto gentile e disponibile.

E seduta di fianco a lui c'era Silvia Ziche, che non ha bisogno di alcuna presentazione, ma per chi non avesse ricollegato il nome alle sue illustrazioni è l'autrice della Papernovela e del Topokolossal sulle pagine di Topolino, nonché la creatrice del personaggio di Lucrezia, protagonista delle strisce su Donna Moderna. Anche Silvia è stata molto gentile e disponibile, e mi ha disegnato uno stupendo Topolino con tanto di baguette catalitica su E' tutto sotto controllo. E se non sapete cos'è una baguette catalitica... Filate a studiare!

Intanto ho completato la lettura dell'ultima uscita della collana Disney Fantasy, Corone magiche e castelli stregati, di cui potrete trovare una recensione su Fantasy Magazine tra qualche giorno!

Nonostante ciò le letture continuano ad affollarsi: leggerò e recensirò prossimamente Il mondo di Orfeo di Elena Mariani, Edizioni Piemme. E ho in mente di leggere un certo saggio di nome Potterologia a cura della mitica collega Marina Lenti di cui si parlerà parecchio su Fantasy Magazine... Non vi dico altro! In tutto ciò dovrei anche incastrare da qualche parte il tomo di cui ho sentito dire solo belle cose Il nome del vento di Patrick Rothfuss (Fanucci). Un po' mi spaventa perché sembra un ippopotamo! Me lo sono fatto portare apposta qui a Roma, quindi devo leggerlo assolutamente!

Ce la farò? Voi leggete? Quanto leggete? Ma soprattutto: come fate???

6 commenti:

Marco ha detto...

Io... NON ce la faccio, a leggere... Tu sai ... OMG, non ce la posso fare :(

Vele Ivy ha detto...

Mitica Silvia Ziche! le espressioni dei suoi personaggi mi fanno piegare!

la stanza in fondo agli occhi ha detto...

La baguette catalitica, una parte indispensabile della cultura di ogni bravo disneyano e non solo! Al pari del mitico 'cugino di Alf'
;)

Bookaholic ha detto...

E mi hanno detto che sarà anche a Lucca! Mi farebbe piacere rivederla, chissà cosa presenterà di nuovo :))

Incantatore ha detto...

Patrick Rothfuss è eccezionale. Io sono partito con Il Nome del Vento e ho proseguito con La Paura del Saggio senza sosta né interruzione.
Oltre 1800 pagine e non ho sentito la minima stanchezza. Alla fine capita, come solo nelle migliori saghe, che i personaggi diventano familiari, un po' come dei vecchi amici di cui vuoi seguire le vidende. :)

Anyanka ha detto...

Sto seguendo Ergo Proxy su Rai 4... e mi è tornata la voglia di leggere i manga ;)
Leggo soprattutto saggi, per me quelli sono come sfogliare una rivista. Con i romanzi sono più lenta. Credo dipenda dai gusti, dalla passione e soprattutto dai libri che si incontrano.